Applicazione della Legge sulla Produzione per Difesa

Release Date Release Number
HQ-20-099
Release Date:
April 14, 2020

WASHINGTON - La scarsità delle risorse mediche nella lotta al COVID-19 è un problema globale. Gli Stati Uniti sono in competizione per le stesse risorse come molti altri Paesi. Per massimizzare la disponibilità delle risorse salvavita e protettive essenziali per gli operatori sanitari di prima linea, l’Agenzia Federale di Gestione delle Emergenze (FEMA, Federal Emergency Management Agency) e il Dipartimento della Salute Pubblica USA (HHS, Health and Human Services) stanno implementando un approccio a quattro fasi, atto ad aumentare oggi in modo rapido l’approvvigionamento e a espandere la produzione nazionale di materiali e apparecchiature mediche, allo scopo di incrementare la quantità di forniture a lungo termine. L’approccio include: Conservazione, Accelerazione, Espansione e Assegnazione.

La Legge sulla Produzione per Difesa (DPA, Defense Production Act) fornisce alcune autorità che vengono implementate a supporto degli sforzi di Accelerazione ed Espansione.  Gli ordini con classificazione DPA prioritari non generano una situazione di “offerta migliore o più alta”; invece, tali ordini vengono collocati, in virtù del requisito governativo, “all’inizio della fila”, e possono quindi essere evasi prima degli altri ordini.

Nel momento in cui elaboriamo gli ordini attraverso la catena di approvvigionamento, collaboriamo a stretto contatto con i governatori, per individuare potenziali conflitti relativi alle offerte ricevute. Noi richiediamo ai governatori nazionali e ai leader tribali di fornirci informazioni specifiche in merito ai palesi conflitti riguardanti le offerte ricevute. Se si presenta un conflitto relativo alle offerte ricevute, noi lavoriamo a contatto con lo stato o la tribù per risolverlo nel modo migliore in base alle loro esigenze.

In che modo la Legge sulla Produzione per Difesa aiuta a combattere il COVID-19

Per affrontare la carenza di forniture mediche essenziali nella lotta contro il COVID-19, la Task Force per il Coronavirus della Casa Bianca sta utilizzando autorità disponibili ai sensi della legge stessa.  La legge DPA assegna al Presidente l’autorità di collaborare con il settore privato per stabilire la priorità dei contratti federali governativi e per assegnare i materiali necessari per facilitare la difesa nazionale, che include la risposta e le attività di preparazione in caso di emergenze.

In occasione dei recenti Ordini Esecutivi Presidenziali, e delle dichiarazioni supplementari, è stato richiesto ai Segretari del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale e del Dipartimento della Salute Pubblica USA di utilizzare le autorità DPA per richiedere a una serie di aziende di accettare, espletare e assegnare la priorità ai contratti federali di approvvigionamento dei ventilatori e dei dispositivi di protezione individuali. Questa autorità garantisce all’HHS e alla FEMA la capacità di determinare la priorità dei contratti, assegnare le forniture limitate, incrementare la produzione di materiali critici, e stipulare accordi volontari con i partner settoriali.

Questi Dipartimenti possono utilizzare le autorità DPA per richiedere ai fornitori del settore privato di assegnare priorità all’evasione e alla consegna degli ordini federali, per quanto riguarda gli articoli essenziali, in occasione delle emergenze, perfino se devono rimandare o annullare i contratti con altri clienti. I Dipartimenti possono anche emettere ordini di assegnazione di DPA, al fine di garantire che la produzione e distribuzione delle risorse vitali avvenga in conformità con le politiche del Governo statunitense.  Esistono tre tipi di ordini di assegnazione che possono essere utilizzati per la risposta al COVID-19:

  • Un ordine di tipo “Set-aside” (Mettere da parte) richiede a un’azienda di accantonare le risorse in previsione della ricezione di un ordine classificato come prioritario.
  • Un ordine di tipo ”Directive” (Direttivo) richiede a un’azienda di svolgere, o di evitare di svolgere, determinate azioni, allo scopo di garantire la produzione dell’articolo.
  • Un ordine di tipo ”Allotment” (Attribuzione) richiede a un’azienda di specificare la quantità massima di materiali, servizi o strutture autorizzate per un uso specifico.

Il DPA autorizza anche vari tipi di incentivi finanziari, che possono essere impiegati per coadiuvare la risposta al COVID-19:

  • Il governo può incoraggiare la produzione incrementata attraverso gli impegni di acquisto, e i produttori possono vendere l’inventario a qualsivoglia acquirente.
  • Il governo può consentire alle attività commerciali private di utilizzare apparecchiature di proprietà del governo.
  •  Il governo può erogare prestiti garantiti, che richiedono leggi aggiuntive da parte del Congresso.

Utilizzando le autorità DPA, il settore privato e altre parti interessate possono stipulare con il governo federale, e l’uno con l’altro, accordi che altrimenti sarebbero soggetti alle leggi antitrust. Questi accordi, mirati al coordinamento e al supporto delle attività di risposta al COVID-19, consentono alle aziende di ampliare la produzione di DPI e di coordinare le operazioni di trattamento e quarantena nel corso della pandemia da COVID.

Esempi di utilizzo delle Autorità DPA in risposta al COVID-19

Classificando i contratti ai sensi del DPA, HHS aiuta i produttori, come General Motors (GM), a ottenere le forniture necessarie per fabbricare ventilatori il più rapidamente possibile, garantendo, nel contempo, che tali ventilatori vengano distribuiti, attraverso la Riserva Strategica Nazionale, nei luoghi in cui sono maggiormente necessari.

  • In data 13 aprile, HHS ha annunciato cinque nuovi contratti per la produzione di ventilatori, sulla base della classificazione DPA, stipulati con General Electric, Hill-Rom, Medtronic, ResMed e Vyaire.
  • HHS ha perfezionato un contratto con Philips per la produzione di 2.500 ventilatori da consegnare alla Riserva Strategica Nazionale entro la fine di maggio 2020, e un totale di 43.000 ventilatori saranno consegnati entro la fine di dicembre 2020.
  • HHS ha perfezionato un contratto con GM per la produzione di 30.000 ventilatori da consegnare alla Riserva Strategica Nazionale entro la fine di agosto, con un programma di produzione che consente la distribuzione di 6.132 ventilatori entro il 1° giugno.
  • I sette contratti per nuovi ventilatori, con classificazione DPA, annunciati questo mese dall’HHS, garantiranno un totale di 137.431 ventilatori entro la fine del 2020.
  • La FEMA ha emesso un ordine di produzione, soggetto al DPA, nei confronti dell’azienda 3M per la creazione di 10 milioni di respiratori N95.  La prima spedizione di questo ordine è arrivata ieri, 12 aprile, e ha incluso approssimativamente 600.000 mascherine.  Intendiamo utilizzare questa nuova fonte di N95 sia per soddisfare le richieste di supporto della FEMA a livello statale che per rafforzare le unità disponibili nella normale catena di approvvigionamento.

Venerdì 13 aprile, il Presidente Trump ha emesso il “Promemoria sull’assegnazione di determinate risorse mediche o sanitarie scarse o minacciate per l’utilizzo domestico”; tale promemoria richiede al Dipartimento per la Sicurezza Nazionale (DHS, Department of Homeland Security) e alla FEMA, in collaborazione con HHS, di utilizzare il DPA per facilitare l’uso delle risorse mediche scarse, all’interno degli Stati Uniti, per l’utilizzo domestico. I Dispositivi di protezione individuale (DPI) soggetti a questa politica includono: Respiratori N95, e una varietà di altri respiratori di filtraggio; respiratori di purificazione dell’aria; mascherine chirurgiche; guanti chirurgici.

La FEMA e l’Ufficio delle Dogane e della Protezione delle Frontiere (CBP, Customs Border Protection) stanno collaborando per impedire ai broker nazionali, ai distributori e ad altri intermediari di deviare verso l’estero queste essenziali risorse mediche. Per realizzare questo obiettivo, il CBP tratterrà le spedizioni dei DPI specificati nel Promemoria del Presidente, mentre la FEMA si occuperà di decidere se restituire i DPI per l’utilizzo negli Stati Uniti, se acquistare i DPI a nome degli Stati Uniti o se consentire che vengano esportati.

Chiarimento riguardante il Progetto ponte aereo, che non rientra nel DPA

In relazione a uno sforzo separato mirato ad acquisire risorse mediche essenziali per la catena di approvvigionamento nazionale, la FEMA si è rivolta ad aziende del settore privato e sta facilitando l’ottenimento di spedizioni provenienti da produttori esteri.  La FEMA ha istituito un ponte aereo, che ha lo scopo di ridurre il tempo necessario per la ricezione, da parte dei distributori statunitensi delle forniture mediche, di DPI e di altri materiali essenziali in arrivo nel Paese per i loro specifici clienti. Questo ponte aereo non è soggetto alle autorità DPA.

 

Related Links:
Tags:
Ultimo aggiornamento March 18, 2021