Richieste di risarcimento da presentare all'NFIP per le inondazioni dovute all'uragano Sandy e verificatesi a New York

Main Content

Nel periodo immediatamente successivo al passaggio dell'uragano Sandy, migliaia di abitanti di New York hanno presentato richieste di rimborso della polizza assicurativa contro le inondazioni. Sebbene molti detentori di polizze abbiano ricevuto liquidazioni soddisfacenti, per altri potrebbe non essere così. I sottoscrittori di polizze assicurative le cui richieste di rimborso risultino ancora inevase dovrebbero prendere in considerazione i seguenti suggerimenti:

   

Fornire tutte le informazioni mancanti

  • È consigliabile, nel caso in cui non sia ancora stato fatto, fornire fotografie della proprietà danneggiata, comprendenti oggetti compromessi, danni strutturali e livelli statici delle acque.
  • È opportuno creare o aggiornare un elenco dei beni danneggiati o perduti, in cui siano riportati, se possibile, il valore, la data dell'acquisto e la ricevuta di ciascuno di essi. Qualora nella perizia alcuni elementi siano stati omessi o riportati in maniera erronea, le condizioni poste dal National Flood Insurance Program offrono la possibilità di presentare una richiesta di rimborso supplementare. La procedura per la presentazione della richiesta di rimborso supplementare è riportata sulla Guida ai rimborsi dell'NFIP disponibile online all'indirizzo www.floodsmart.gov/toolkits/flood/downloads/f687_claimshandbook_feb09.pdf
  • Chiunque abbia ricevuto delle offerte per i lavori di riparazione da parte di imprenditori edili, dovrà esibirle al perito di modo che possano essere prese in considerazione nella preparazione del preventivo dei danni. Nel caso in cui manchino degli articoli in un preventivo già completato, è necessario attenersi alla procedura per la presentazione della richiesta di rimborso supplementare e includere tutte le ricevute e i preventivi forniti dagli imprenditori edili.
  • Coloro i quali non hanno una residenza fissa devono fornire agli agenti le proprie informazioni di contatto aggiornate.
  • È necessario documentare la procedura di richiesta di rimborso. Per ogni fase, bisognerà conservare una documentazione chiara relativa ai tentativi volti alla risoluzione delle problematiche. A tal fine, è opportuno riportare nomi e titoli, le date dei contatti, i recapiti e i particolari delle discussioni.

Verificare lo stato delle richieste

  • L'NFIP stabilisce che i detentori di polizze debbano presentare entro 60 giorni una prova del danno firmata. In genere, i periti completano questa procedura come forma di cortesia. L'NFIP stabilisce che una compagnia assicurativa debba liquidare le richieste di rimborso entro 60 giorni dalla ricezione della prova del danno inviata dal detentore o entro 90 giorni dalla ricezione del rapporto del perito (invece della prova del danno). In caso di gravi inondazioni, come ad esempio quelle causate dall'uragano Sandy, la FEMA potrebbe autorizzare delle proroghe. Per l'uragano Sandy, infatti, le scadenze sono state prorogate come segue: le perdite coperte dovranno essere pagate il prima possibile una volta che l'assicuratore abbia ricevuto ed esaminato il rapporto del perito. Per far sì che i detentori delle polizze abbiano tempo per valutare le loro perdite e l'opportunità di richiedere ulteriori pagamenti standard correlati all'assicurazione contro le inondazioni, sarà possibile inviare la prova del danno entro un anno dalla data in cui si sia verificato. Si tratta di una proroga applicata al regolare periodo di 60 giorni e dovuta alle circostanze attenuanti.  
  • Nel parlare con l'agente o il perito dell'assicurazione, è opportuno comprendere quale sia la fase successiva prevista dalla procedura. Quando il tempo di attesa diventa più lungo del previsto, è necessario telefonare per chiedere informazioni.
  • I numeri telefonici delle società che redigono le politiche relative alla copertura offerta dal National Flood Insurance Program sono disponibili online all'indirizzo www.nfipiservice.com/storm_sandy.html.

Azioni supplementari

  • Chiunque dovesse ritenere che la compagnia assicurativa abbia erroneamente pagato la propria richiesta di rimborso oppure presentato una comunicazione di rifiuto scritto di detto rimborso o di parte di esso, potrà seguire la procedura di ricorso in quattro fasi stabilita dal National Flood Insurance Program. Le informazioni riguardanti i ricorsi sono presenti all'interno della polizza e online all'indirizzo www.floodsmart.gov/toolkits/flood/downloads/AppealingFloodInsuranceClaim_FINAL.pdf
  • Il Department of Financial Services di New York ha il compito di regolamentare il settore assicurativo dello stato e di proteggere i consumatori dalle frodi. In qualità di ente normativo, il dipartimento fornisce le dovute autorizzazioni agli agenti, ai periti (compresi quelli pubblici) e alle compagnie assicurative di modo che questi possano svolgere le loro attività nello stato di New York. Il dipartimento ha istituito una linea telefonica dedicata all'uragano Sandy al fine di assistere i detentori delle polizze durante la procedura di presentazione della richiesta di rimborso. Il numero da chiamare è 800-339-1759.

È inoltre possibile ottenere ulteriori informazioni sull'assicurazione contro le inondazioni visitando il sito Web www.floodsmart.gov oppure rivolgendosi a un consulente per la mitigazione del rischio disponibile presso uno dei Disaster Recovery Center.

Dal 4 al 9 marzo, cinque delle più importanti banche e agenzie che si occupano di mutui ipotecari di New York metteranno a disposizione presso i centri di assistenza per le calamità naturali del Department of Financial Services dei rappresentanti che offriranno assistenza individuale ai proprietari di casa che richiedono lo sblocco dei fondi per la liquidazione delle polizze assicurative correlati all'uragano Sandy. Ulteriori informazioni possono essere reperite all'indirizzo http://www.governor.ny.gov/press/02282013DFS-Program.

 

Last Updated: 
07/24/2014 - 16:00
Back to Top