Federal Emergency Management Agency

STATE PRONTI: LA STAGIONE DEGLI URAGANI NON FINISCE CON L'ESTATE

Main Content
Release date: 
07/29/2013
Release Number: 
4086-197

TRENTON, N.J. -- La stagione degli uragani inizia ufficialmente ogni anno il primo luglio, ma a differenza delle fiere dei pompieri, delle grigliate e dei divertimenti sulla spiaggia, la stagione degli uragani non finisce con l'estate.

Così come pianificate gli acquisti per il ritorno a scuola, ora può essere il momento buono per controllare le batterie, l'acqua in bottiglia e le altre forniture di emergenza di cui si potrebbe avere bisogno nel caso in cui il New Jersey venisse colpito da un uragano autunnale.

Anche se la frequenza delle tempeste tende ad avere il suo picco in agosto e settembre, la stagione degli uragani negli Stati Uniti si estende fino al 30 novembre e anche se il rischio di una tempesta durante il Thanksgiving può apparire remoto, potrebbe accadere.

L'anno scorso la supertempesta Sandy l'ha mancato di poche settimane.

Sandy si è abbattuto sul New Jersey con tutte le sembianze di un ciclone tropicale il 29 ottobre allagando le comunità costiere, abbattendo alberi, strappando infrastrutture e demolendo case e fabbriche in tutto lo stato. Quaranta residenti del New Jersey persero la vita. Nove mesi più tardi, la ricostruzione continua. La tempesta è considerata la seconda più costosa della storia degli Stati Uniti, dopo quella nominata Katrina, una tempesta verificatasi un 29 agosto che ha devastato il New Orleans e la costa del golfo nel 2005.

Come Sandy, molte delle tempeste più distruttive nella storia degli Stati Uniti si sono verificate dopo la FL'8 settembre 1900, un uragano di categoria 4 entrò nel golfo di Galveston Island, nel Texas. Onde di tempesta alte fino a 5 metri spazzarono via case e fabbriche uccidendo circa 8.000 persone.

Il 18 settembre 1920, un uragano di categoria 4 che portava con sè venti così forti che mai erano stati registrati, si abbattè sulla spiaggia di Miami e successivamente sulla stessa città. Pensando che la tempesta fosse finita, migliaia di persone vennero fuori dalle loro case durante una mezz'ora di calma che però si riferiva all'occhio del ciclone. Rimasero intrappolate senza riparo quando la tempesta ricominciò con tutto il suo furore. Ogni costruzione nella città di Miami fu danneggiata o distrutta e centinaia di persone persero la vita. La tempesta poi proseguì nel golfo del Messico dove distrusse in pratica tutti i moli, i vascelli e i depositi sulla costa di Pensacola.

Alla fine, più di 800 persone furono considerate disperse dopo la tempesta e benché le stime siano incomplete, la Croce Rossa riporta 373 morti e 6.381 feriti come conseguenza dell'uragano.

Il 20 e il 21 settembre 1938, un uragano che si muoveva velocemente colpì il medio Atlantico e il New England con tale forza che migliaia di persone furono prese di sorpresa.. A Long Island, circa 20 persone che stavano guardando un film del pomeriggio al cinema locale furono spazzate via fino al mare e lì vi sono affogate.  Una di loro era l'operatore alla macchina. Nella città di Providemce, nel Rhode Island, acque di piena invasero rapidamente le strade sommergendo automobili e tram mentre gli occupanti fuggivano verso i piani alti delle costruzioni commerciali per sfuggire all'annegamento. La tempesta, che aveva infranto alcuni record, è stata responsabile di 600 morti, e ha causato 308 milioni di dollari di danni durante la grande depressione.

Il 14 ottobre 1954, l'uragano Hazel di categoria 4 abbattè vicino a Calabash, nel North Carolina, inondando la costa con un'onda anomala di 6 metri durante l'alta marea. Quando la tempesta passò, solo 5 delle 357 costruzioni di Long Beach, nel North Carolina, erano ancora in piedi. Il Raleigh scrisse sulla situazione nel North Carolina: "tutte le tracce della civilizzazione nelle immediate vicinanze della linea costiera fra il confine dello stato e Cape Fear sono state praticamente annientate." Diciannove persone perdettero la vita nel North Carolina e diverse centinaia furono ferite; 15.000 case furono distrutte e altre 39.000 danneggiate.

L'11 settembre 1960, l'uragano Donna si spinse fino alla Florida, quindi viaggiò verso est attraverso il North Carolina, gli stati del medio Atlantico e il New England causando 387 milioni di dollari di danni negli Stati Uniti ed altri 13 milioni in altri stati durante il suo tragitto.

Resoconti come quelli riportati sopra illustrano l'importanza di preparare un piano per proteggere le vostre famiglie e le vostre proprietà dagli effetti potenzialmente devastanti di un uragano o di una tempesta tropicale.

Tenendo ciò in mente, perchè non prendere un minuto per fare l'inventario delle forniture di emerganza e non organizzare una visita ai grandi magazzini a procurarsi gli articoli che potrebbero essere utili in una emergenza?

Il sito Web dell'Agenzia federale per le emergenze, www.ready.gov, fornisce una quantità di informazioni su come pianificare, preparare e proteggere la vostra famiglia nel caso in cui un altro disastro come quello causato da Sandy dovesse abbattersi nei prossimi mesi.

La missione di FEMA è quella per sostenere i nostri concittadini e coloro i quali intervengono per primi per garantire che, come nazione, lavoriamo insieme per costruire, mantenere e migliorare la nostra capacità di preparare, proteggere, rispondere, recuperare, e mitigare tutti i rischi.

Seguite FEMA online: www.fema.gov/blog, www.twitter.com/fema, www.facebook.com/fema, e www.youtube.com/fema. Seguite anche le attività dell’amministratore Craig Fugate nel sito www.twitter.com/craigatfema

I link ai social media forniti sono solo di riferimento. FEMA non sostiene alcun sito web non-governativo, alcuna azienda né alcuna applicazione.

Last Updated: 
07/31/2013 - 12:10
State/Tribal Government or Region: 
Related Disaster: 
Back to Top