Federal Emergency Management Agency

LA CREAZIONE DI UN PIANO PER LE COMUNICAZIONI FAMILIARI PUÒ CONTRIBUIRE A RESISTERE A UNA CALAMITÀ NATURALE

Main Content
Release date: 
07/16/2013
Release Number: 
4086-188

TRENTON, N.J. -- Come molti residenti del New Jersey hanno imparato durante l'uragano Sandy, una calamità naturale può creare disagi nelle comunicazioni e lasciare le persone letteralmente da sole e al buio.

Quando lo storico uragano ha attraversato lo stato lo scorso ottobre, le linee elettriche sono crollate, i semafori hanno smesso di funzionare e le reti di comunicazione via cavo, Internet e cellulare sono state messe fuori uso.

Improvvisamente, migliaia di persone sono rimaste isolate e senza energia elettrica, impossibilitate a comunicare con i loro amici e parenti per giorni e, in alcuni casi, per settimane.

Quando si verifica una calamità naturale della portata dell'uragano Sandy, la situazione diventa allarmante per tutti, ma in particolare per i bambini, gli anziani e le persone che hanno particolari esigenze.

E sebbene non possiamo prevedere i capricci di Madre Natura, una minimo di pianificazione ci consente di essere meglio preparati a gestire le sfide poste da un simile evento.

Una delle prime e più importanti fasi da intraprendere è quella che prevede lo sviluppo di un piano per le comunicazioni familiari che ogni membro della famiglia può utilizzare nel caso in cui dovesse verificarsi un'altra calamità naturale.

Di seguito sono riportati alcuni consigli per limitare l'ansia e lo stress che istintivamente si presentano quando non siamo in grado di contattare le persone che amiamo:

  • Completare un modulo di contatto per ciascun membro della famiglia nel quale sia incluso il nome, l'indirizzo e i numeri telefonici di casa, del lavoro e del cellulare dei familiari. Includere il nome di un vicino o di un parente disposto a rispondere in caso di emergenza.
  • Concordare un luogo di ritrovo nel proprio quartiere, e anche uno fuori città, in cui i membri della famiglia possano riunirsi qualora non siano in grado di tornare a casa.
  • Identificare un familiare o un amico che viva fuori dallo stato e possa agire come contatto centrale per i membri del nucleo familiare i quali potranno così comunicare di essere al sicuro. Potrebbe essere più semplice fare un'interurbana che cercare di stabilire una comunicazione locale.
  • Assicurarsi che ogni membro della propria famiglia conosca il numero di telefono di questo contatto, possieda un cellulare o abbia con sé monete o una scheda prepagata da utilizzare in caso di emergenza.
  • I membri della famiglia possono impostare un numero "ICE" (In Case of Emergency, in caso di emergenza) sul loro telefono. Il personale di emergenza potrà utilizzare questo numero per contattare parenti o amici nel caso in cui un membro della famiglia dovesse riportare infortuni. Assicurarsi di avvisare la persona scelta del fatto che la si sta indicando come contatto per le emergenze.
  • Insegnare ai membri della famiglia come utilizzare i messaggi di testo (noti anche come SMS o Short Message Service). Le comunicazioni sotto forma di testo possono spesso riuscire ad arrivare al destinatario quando non risulta possibile telefonare.
  • Iscriversi ai servizi di allerta. Molte comunità trasmettono le comunicazioni di emergenza ai residenti tramite telefonate, e-mail e messaggi di testo. Per iscriversi al servizio è necessario consultare l'ufficio locale per la gestione delle emergenze.
  • Una volta creato, il piano per le comunicazioni familiari deve essere in pratica una o due volte l'anno. In questo modo, nel caso in cui dovesse verificarsi una calamità naturale, tutti i membri della famiglia conosceranno perfettamente la procedura da seguire e saranno pronti ad agire.
  • Aggiornare ove necessario le informazioni contenute nel piano.

Una preparazione minima può contribuire enormemente a far sì che la propria famiglia rimanga al sicuro e sia in grado di comunicare durante un'emergenza come l'uragano Sandy.

Chiunque desideri scaricare le schede di contatto per le emergenze e ottenere maggiori informazioni su come sviluppare un piano per le comunicazioni familiari può visitare il sito Web www.ready.gov/family-communications.

La missione di FEMA è quella di fornire supporto ai nostri cittadini e agli operatori di primo soccorso al fine di garantire che, in quanto nazione, siamo in grado di collaborare per forgiare, sostenere e migliorare la nostra capacità di prepararci e di rispondere ai rischi, di proteggerci e di risollevarci da essi, come pure quello di mitigarli.

È possibile seguire FEMA online agli indirizzi www.fema.gov/blog, www.twitter.com/fema, www.facebook.com/fema e www.youtube.com/fema. Si possono inoltre osservare le attività dell'amministratore Craig Fugate all'indirizzo www.twitter.com/craigatfema.

I link ai social media forniti vengono offerti esclusivamente come riferimento. FEMA non sostiene società, applicazioni o siti Web non governativi.

Last Updated: 
07/19/2013 - 11:28
State/Tribal Government or Region: 
Related Disaster: